Dimissioni precoci, a casa dopo sei ore dal parto

di maris matteucci Commenta

Si chiamano dimissioni precoci e consentono alle mamme che hanno partorito di tornare a casa dopo appena sei ore. L’esperimento è stato lanciato dall’ospedale Torregalli di Firenze e ha già riscontrato un buon numero di adesioni da parte di donne che, una volta dato alla luce il loro piccolo, preferiscono non trattenersi per qualche giorno in un letto di ospedale bensì vogliono tornare a casa, circondate dagli affetti. Le dimissioni precoci insomma sono una delle possibilità attualmente fornite dall’ospedale fiorentino che però pone delle rigide regole.

dimissioni precoci parto

Quando si può richiedere di essere dimesse dopo sei ore dal parto? Intanto è fondamentale che mamma e neonato stiano bene: se qualcosa non va, nel piccolo così come nella donna, le dimissioni precoci non possono avvenire. Inoltre è necessario che la mamma che chieda di essere dimessa sia al secondo figlio: questo per evitare che una volta a casa la neo mamma sia totalmente sprovveduta riguardo alcune pratiche fondamentali, per esempio l’allattamento. E ancora, perché si possa tornare a casa a sei ore appena dal parto, bisogna che la donna abbia avuto una gravidanza giunta al termine fra le 37 e le 42 settimane.

COME RIDURRE LE SMAGLIATURE POST PARTO

Tante sono le donne che al Torregalli hanno chiesto di essere dimesse subito, così come conferma Marco Pezzati, direttore del dipartimento materno infantile dell’azienda sanitaria di Firenze:

Finora abbiamo avuto una buona risposta e tutto è filato liscio, con allattamenti esclusivi al seno ben avviati e mamme felici dell’esperienza. Le richieste sono state molte, ma quelle soddisfatte poco più di una decina perché i requisiti molto restrittivi sono un bell’imbuto

A quanto pare però l’esperimento lanciato a Firenze sta invogliando anche molti altri ospedali italiani a vagliare questa ipotesi per le donne che partoriscono in condizioni ottimali. E’ facile dunque che l’esperimento oltrepassi i confini della Toscana.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>