Bambini: crescere con cani e gatti è un bene

di Valentina Cervelli Commenta

Spread the love

Si è sempre un po’ indecisi quando animali domestici e bambini appaiono nello stesso discorso: sarà giusto fare in modo tale che gli stessi convivano? Essi fanno davvero bene allo sviluppo dei più piccoli?

La risposta secondo la maggior parte degli esperti è positiva. Questo perché l’impegno che i bambini possono impiegare nella gestione di un animale domestico è in grado di garantire a loro una vita lunga e sana e per diverse motivazioni. Prima di tutto tutte le attività legate alla loro gestione, nutrimento e passeggiate aiuta grandi e piccoli e rimanere in forma perché li spinge a muoversi ed a fare attività fisica con il proprio animale, soprattutto se si parla di cani. Ed in più non è una novità che, a prescindere dalla loro tipologia, gli animali domestici siano in grado di far bene all’umore tenendo lontano lo stress ed aiutando a dormire meglio dando alle persone un senso di sicurezza.

E se questo è valido per i più grandi, per i bambini la questione addirittura amplificata. Non solo: i bambini che hanno avuto la possibilità di crescere con degli animali e di prendersi cura di loro fin dalla più tenera età sono più portati ad aiutare in generale il prossimo e, più frequentemente nello specifico, anche la propria famiglia in casa.

Gatti e cani sono anche di sostegno ai più piccoli per raggiungere l’acquisizione di un linguaggio molto più fluido: parlando ed interagendo allenano il cervello e aiutano a migliorare il funzionamento della area adibita alla comunicazione. Non soddisfatti? Gli animali possono rivelarsi addirittura utili come parte di una terapia contro la balbuzie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>