Contraccezione: la pillola sottocutanea

di Redazione Commenta

Spread the love

La pillola sottocutanea è un innovativo metodo di contraccezione femminile, ancora poco conosciuto in Italia, a base di progesterone Etonogestrel e libero da estrogeni. Promette un’alta garanzia di efficacia lasciando le donne libere di vivere la propria sessualità senza troppi pensieri.

Si tratta di un bastoncino in materiale sintetico del diametro di 2 mm e della lunghezza di 4 cm che il medico autorizzato inserisce nel braccio della paziente che ne fa richiesta.

Questo tipo di contraccettivo, sicuro al 99,9%, si impianta in pochi minuti nella parte interna del braccio, in anestesia locale, durante il primo giorno di mestruazione. Dopo circa 8 ore il dispositivo sarà già attivo liberando regolarmente piccole dosi di ormoni e dovrà essere rimosso dopo 3 anni.

L’etonogestrel, è un progestinico artificiale e questo rende la pillola sottocutanea particolarmente indicata per donne che soffrono di diabete complicato, obesità, ipertensione o che risultano essere a rischio trombotico e cardiovascolare.

Essendo priva di estrogeni, la pillola sottocutanea è ideale per le pazienti che presentano reazioni importanti verso questo tipo di ormone.

Come funziona la pillola sottocutanea

Come tutti i contraccetivi ormonali, la pillola sottocutanea agisce inibendo l’ovulazione e rendendo le pareti dell’utero inospitali per l’ovulo fecondato che in questo modo non troverebbe terreno fertile per un impianto. Inoltre rende le secrezioni uterine molto viscose impedendo l’ingresso in utero degli spermatozoi.

Vantaggi pillola sottocutanea

  • Lascia la donna molto libera in quanto non prevedendo un’assunzione ormonale giornaliera, evita dimenticanze e rispetto di orari precisi
  • Una volta inserita ha una durata di 3 anni
  • Permette il ripristino immediato della fertilità al momento della rimozione
  • A una settimana dalla rimozione i valori ormonali tornano alla normalità

Svantaggi pillola sottocutanea

  • Essendo un metodo poco conosciuto, si trovano pochi medici in grado di fare l’impianto
  • Non fornisce protezione da malattie sessualmente trasmissibili, quindi in caso di rapporti con partner occasionali è necessario utilizzare il profilattico
  • Nella zona dell’impianto rimarrà una cicatrice permanente al momento della rimozione

Effetti collaterali pillola sottocutanea

  • Possibili alterazioni del ciclo mestruale che può presentarsi più abbondante
  • Tensione mammaria
  • Mal di testa, cefalee
  • Nausea
  • Aumento del perso corporeo
  • Acne
  • Raramente si sono verificati casi di: emorragie genitali, tumori estrogeno dipendenti, tromboembolie venose, gravi infezioni del fegato

Controindicazioni pillola sottocutanea

La pillola è controindicata in tutte quelle donne che hanno sofferto di gravi infezioni epatiche, emorragie genitali di cui non è stata accertata la causa, neoplasie al seno, che dimostrano ipersensibilità verso il principio attivo o a uno dei suoi componenti, che hanno avuto problemi di tromboembolie venose, che sono in stato di gravidanza presunta o accertata, che sono in periodo di allattamento.

Photocredits: Sarah Korf su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>