Genitorialità: in Gran Bretagna sempre più mammi, è l’effetto della crisi

di Redazione Commenta

Spread the love

Donne in ufficio e uomini a casa a badare ai figli e a cucinare. Il sogno delle femministe di un tempo si sta trasformando in realtà in Gran Bretagna dove, si legge sul MailOnline, sono oltre 600 mila i mariti che, per necessità o per virtù, restano a casa a occuparsi delle faccende domestiche. “In realtà – spiega Jill Kirby, direttore del ‘Center for Policy Studies’ britannico – si tratta di un riflesso della crisi che ha colpito soprattutto il settore dell’industria tradizionalmente di appannaggio maschile. Per non parlare della finanza“.

BIMBI SICURI CON I PAPA’
Un cambiamento epocale nella società che, spiegano gli esperti, non avrà ripercussioni sulla prole. “L’importante – aggiunge Kirby – è che i bambini abbiano l’amore di un genitore“.
E i papà che ne pensano?
Tre uomini su quattro – spiega – dicono di sentirsi fortunati a stare a casa. E anche il quarto in realtà non si trova male: ‘Sempre meglio che andare a lavorare’ dice”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>