L’albume dell’uovo per riparare i danni al sacco amniotico

di Redazione Commenta

Spread the love

Se durante la gravidanza si verifica una lacerazione della placenta sappiate che è stata sviluppata una toppa fatta con l’albume dell’uovo. Questa nuova tecnica è stata sviluppata dagli scienziati del Baylor Collage ok Medicine di Houston, Texas (Stati Uniti) e fino ad ora è stata testata dando dei buoni risultati attraverso alcuni esperimenti fatti con il liquido amniotico in laboratorio.

Il ricercatore a capo dello studio Ken Moise ha così spiegato la nuova tecnica:” Il sacco amniotico protegge il feto durante il suo sviluppo nell’utero materno. Esso si puo’ danneggiare spontaneamente, ma spesso puo’ capitare che si rompa in seguito a un intervento di amniocentesi, durante il quale viene estratto del liquido amniotico per effettuare test genetici“.

Quindi sfruttando le proprieta’ elastiche e adesive dell’albume, Moise ha utilizzato le uova di gallina per riparare la membrana amniotica danneggiata in laboratorio con due sole applicazioni.

Moise ha poi concluso dicendo: “Questa tecnica e’ stata gia’ sviluppata da noi con successo per riparare buchi in palloni e condom, il principio alla base e’ lo stesso. Abbiamo in questo caso aggiunto degli antibiotici per prevenire il rischio di infezioni. A differenza di altre tecniche di riparazione del sacco amniotico del passato, questa sembra molto promettente“.

fonte: www.salute.agi.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>