La Crosta Lattea nei neonati, i possibili disturbi della pelle

di Redazione Commenta

Spread the love

La Crosta Lattea si chiama così perchè è una “dermatite” che interessa il lattante, cioè interessa quei bambini nutriti solo con il latte.

Si può manifestare già nella prima settimana di vita del bambino e si presenta sotto forma di squame o croste giallastre ed untuose di diverse dimensioni.

Sono localizzate sulla testa del bambino, sulla fronte, sulle tempie e nel cuoio capelluto. In alcuni casi può estendersi dietro alle orecchie, sulle guance, sul naso e per tutto il resto del corpo.

Per porne rimedio bisogna cercare di ammorbidire lo stato crostoso, applicando dopo il bagnetto un olio per infanzia e poi con molta delicatezza provare ad asportarle aiutandosi con un pettinino a denti stretti o con un batuffolo di cotone.

Importante è sapere che senza cure particolari la Crosta Lattea può durare anche dei mesi.

Resta il fatto che non è contagiosa e non porta nessun fastidio particolare al bambino.

Sembrerebbe che si forma a causa dell’eccesso di ormoni estrogeni passati prima della nascita dalla mamma al bambino tramite la placenta.

Se non sapete come comportarvi o avete bisogno di un consiglio è bene sempre rivolgersi al proprio pediatra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>