Wengenn in Wonderland, come trasformare il sonno dei bimbi in arte

di Sara Aiello Commenta

Immortalare i bimbi in ogni loro aspetto attraverso una foto o un video, dalla loro nascita al loro primo bagnetto, dalla prima pappa ai loro primi passi, è prerogativa fondamentale di ogni genitore. Il dolce visino del proprio bimbo è già, di per sé, un’opera d’arte. Guardarli dormire poi, dà la consapevolezza che la perfezione esiste, ed è proprio lì di fronte agli occhi. Nulla al mondo è infatti più dolce di un bimbo che dorme.

A trasformare davvero il sonnellino del proprio bimbo in uno scenario magico ed immaginario, una mamma, artista free-lance,  Sion Queenie Liao che, accanto al suo dolce bimbo, ha ricreato magiche atmosfere degne di “Le Mille e una notte”. Ispirandosi un po’ alle famose foto di Anne Geddes, mamma Sion ripercorre scenari fiabeschi e ricrea soggetti incantati utilizzando semplici materiali come stoffe, peluches e tanta immaginazione.

Il suo album, Wengenn in Wonderland, ha  fatto il giro del web in pochi giorni tanto che presto anche in Europa uscirà un libro, al momento in versione inglese, che spiegha passo per passo come ricreare l’ambientazione adatta per realizzare magiche atmosfere che ricordano i tanto amati libri di fiabe di Andersen. Non è ancora stato accertato se i bimbi, durante il loro sonno, riescano a sognare, certo è che il piccolo Wengenn, seppur inconsapevole, si sarà sentito il protagonista di una delle sue favole preferite.

Visitando il sito Weggeninwonderland è possibile ammirare tutte le 100 foto che ritraggono il sonnellino di Wengenn, in modo tanto speciale, affascinante e dolce, così come solo una mamma riesce a fare.

Photo Credits: Wengenninwonderland

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>