L’importanza della frutta nello svezzamento

di Federica Trovato Commenta

La frutta si sa, contenendo numerose vitamine e sali minerali, è sicuramente uno tra gli alimenti più indispensabili nella dieta alimentare di un essere umano ma soprattutto quella di un bambino. La frutta è innanzitutto il primo alimento, oltre al latte, che viene introdotto nell’alimentazione del neonato, per aiutarlo a rinforzare le difese immunitarie e per fornirgli la giusta energia.

Il periodo di svezzamento è necessario per abituare il bambino, in modo graduale, ad ingerire cibi non solo liquidi ma anche quelli semi-solidi. Si inizia dal quarto-quinto mese di vita introducendo per prima la mela, possibilmente matura e grattugiata o quella contenuta nei classici vasetti di frutta. Si continua con la pera e la prugna per poi arrivare al sesto mese con la banana e all’ottavo-nono mese con le pesche e le albicocche.

Per quanto riguarda tutti gli altri frutti sarà necessario aspettare il secondo anno di età, periodo dal quale, sempre dietro consiglio del pediatra di fiducia, si potranno introdurre anche altri cibi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>