La nausea in gravidanza può avere effetti negativi sul nascituro

di Federica Trovato Commenta

La nausea è certamente uno tra i disturbi più fastidiosi che si possono avere nel corso della gravidanza. Generalmente questo sintomo si presenta circa alla sesta settimana per poi diminuire nel primo trimestre. Il senso di nausea e vomito può avere effetti negativi sul feto predisponendolo a disturbi mentali durante la sua crescita.

Ad affermarlo è un gruppo di ricercatori della Geffen School of Medicine dell’UCLA (Università della California), i quali dopo aver preso in esame circa 150 donne che durante la gravidanza avevano sofferto della sindrome di iperemesi gravidica, hanno riscontrato patologie mentali nei loro bambini. In pratica è emerso che, delle 150 madri, 55 di esse avevano avuto una madre che durante la sua gravidanza aveva avuto problemi di nausea e le restanti 95 non avevano avuto disturbi considerevoli.

Gli studiosi hanno effettuato anche un altro studio questa volta sulla storia clinica dei loro bambini. Si è evidenziato che il 16% dei bambini nati da madri che nel corso della gestazione avevano sofferto di iperemesi gravidica, avevano sofferto di ansia e depressione rispetto al 3% dei figli di madri immuni da ogni tipo di sintomo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>