Gli Antenati -1-

di Redazione Commenta

Spread the love

I Flintstones, nome originale The Flintstones, noto in Italia anche come Gli Antenati, è un cartone animato per bambini e ragazzi della Hanna-Barbera ambientato nell’Età della pietra. Automobili a propulsione “pedestre”, enormi sauri volanti come aeroplani, animali vari impiegati alla stregua di elettrodomestici, sono alcune delle trovate che hanno fatto degli Antenati una delle serie animate più amate da bambini e ragazzi, ma anche dagli adulti,e lungamente programmate di tutti i tempi.
I protagonisti di questo cartone animato per bambini e ragazzi sono Fred Flintstone, la moglie Wilma e gli amici Barney Rubble e la moglie di lui Betty che vengono puntualmente coinvolti in esilaranti avventure nelle quali gli elementi del mondo moderno sono “anticipati” con soluzioni spesso fantasiose oltre ogni limite. Bedrock, la tranquilla città nella quale vivono i Flintstones ed i loro amici, è infatti all’avanguardia in ogni campo: è dotata di aeroporto, centri commerciali, banche, alberghi e soprattutto di bowling e drive-in.

Guidano automobili fatte di pietra e di legno
I Flintstone parodiavano in parte un famoso spettacolo televisivo dell’epoca dal titolo The Honeymooner, interpretato da Jackie Gleason e Art Carney. Il cartone animato per bambini e ragazzi era una allegoria della società americana degli anni Sessanta ma ambientata nella immaginaria città di Bedrock, nell’età della pietra. In una versione alternativa della preistoria del cartone animato per bambini e ragazzi “Gli Antenati”, i dinosauri, le tigri dai denti a sciabola, i mammut convivono con gli umani delle caverne, che invece fanno largo utilizzo di tecnologie simili a quelle attuali ma basate sull’utilizzo di vari animali. Inoltre guidano automobili fatte di pietra o legno, e che si muovono grazie ai piedi dei conducenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>