Gravidanza: se la mamma è golosa di arachidi, il bimbo potrebbe sviluppare allergie

di Redazione Commenta

Spread the love

In ‘dolce attesa’ meglio tenersi lontane dagli ‘happy hour’. Non solo per i notissimi danni dell’alcol, ma anche per quelli meno conosciuti degli stuzzichini più diffusi. I bambini già ‘sensibili’ alle allergie, infatti, corrono un maggiore rischio di reazioni anafilattiche alle arachidi se la loro madre ne ha consumate spesso nei 9 mesi di gravidanza. Lo indica uno studio, realizzato dell’equipe di Scott Sicherer della Mount Sinai School of Medicine di New York e pubblicato su Journal of Allergy and Clinical Immunology.

L’effetto delle arachidi sul feto
Nel corso dello studio i ricercatori hanno scoperto, infatti, che i bebè fino a 15 mesi allergici al latte e alle uova erano molto più a rischio di sviluppare anche una particolare sensibilità alle arachidi se la madre le aveva mangiate quando era incinta. Secondo gli scienziati, quindi, i dati della ricerca indicano l’opportunità di raccomandare alle donne in gravidanza l’eliminazione dalla dieta delle arachidi e di tutti i prodotti che le contengono.
Già nel 2008 uno studio olandese aveva messo in evidenza alcuni rischi, dimostrando come le donne che in gravidanza mangiano quotidianamente arachidi, fanno aumentare del 50% il rischio di asma del proprio bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>