MetLife: la polizza Protezione Junior protegge i tuoi figli e i piccoli del Mozambico

di Francesca Spano Commenta

Articolo MondobimbiNella vita sono le possibilità a fare la differenza: ci sono bambini che nascono in famiglie ricche e chi invece rischia la vita ogni giorno, ma oggi proteggere i tuoi ragazzi e quelli di tutto il mondo è più facile con MetLife. Infatti, attivando Protezione Junior, la polizza dedicata alle famiglie che hanno dei figli con una età che non superi i quindici anni, MetLife contribuisce a sostenere la campagna Every One di Save the Children, per dire basta alla mortalità infantile.

In particolare, tramite la polizza Protezione Junior, si fornisce aiuto e protezione ai bambini della provincia di Zambesia, in Mozambico, grazie ai progetti di Save the Children, l’organizzazione internazionale indipendente dedicata dal 1919 a salvare i bambini e promuovere i loro diritti in tutto il mondo.

Nonostante sia un problema che non viviamo sulla nostra pelle, riguarda tutti noi cercare di aiutare i circa sei milioni di neonati e giovani vite che non arrivano ai cinque anni, a causa di malattie facilmente prevenibili e curabili come una banale diarrea o una polmonite o la malaria. Eppure basterebbero semplici soluzioni per salvare loro la vita: un antibiotico, una zanzariera, un vaccino.

Che cos’è Protezione Junior?

E’ una polizza che serve a tutelare il quotidiano dei propri figli ed è stata lanciata sul mercato dopo un attento studio per valutare quali siano le reali preoccupazioni dei genitori e gli effettivi rischi che si possono correre durante una fase della vita delicata come quella dell’infanzia e dell’adolescenza. Chi stipula questa polizza ha un supporto economico nel caso di interventi chirurgici o odontoiatrici o per gli infortuni, lievi e gravi. Si prende cura di chi perde improvvisamente i genitori, erogando una somma mensile scelta in fase di sottoscrizione (rivalutata annualmente del 3%), e di chi deve continuare gli studi. Non mancano poi i servizi per la famiglia nel caso, ad esempio, sia necessario il supporto di uno psicoterapeuta. Ognuno di questi interventi è stato inserito nel piano dopo aver visionato i dati ottenuti dalla ricerca effettuata con Nielsen proprio sul tema della protezione della famiglia. In questo caso, sono stati intervistati oltre mille genitori di età compresa tra i trenta e i cinquantacinque anni per comprendere le aspettative rispetto al futuro della prole. Con Protezione Junior i genitori possono affrontare con soluzioni reali i motivi di ansia riguardo ai propri figli. Se poi si può anche contribuire a dire basta alla mortalità infantile in Mozambico, allora non esiste un solo motivo per non stipularla subito. Pensate che, grazie a questa partnership, Save the Children, per esempio, potrà acquistare sacchetti di latte terapeutico in polvere o permettere delle visite da parte di un operatore sanitario ai neonati e alle madri dopo il parto e nei mesi successivi, con l’obiettivo di tutelare la salute materno infantile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>