Guida per chi cerca una gravidanza

di Giulia Tarroni Commenta

Guida per chi cerca una gravidanza

Un progetto di vita insieme e la ricerca di un figlio: sono tante le coppie che decidono di intraprendere questa strada, chi magari con più difficoltà di altre, ma tutte con tanto entusiasmo. Ecco una piccola guida in dieci punti su come fare per migliorare le possibilità di restare incinta e coronare il proprio sogno di maternità. Per prima cosa scegliete e programmate la visita dal ginecologo, per verificare che non vi siano delle patologie che potrebbero mettere a rischio una futura gravidanza, accertate la presenza di alterazioni nella cavità uterina, come fibromi o polipi, che potrebbero impedire l’annidamento dell’embrione, prelievo del sangue e test di Coombs indiretto, per verificare il rischio di isoimmunizzazione.

Anche il proprio compagno dovrebbe programmare una visita dall’andrologo, per analizzare la quantità e la qualità dei suoi spermatozoi. Verificate anche la presenza di malattie come il diabete perché l’insulinoresistenza ha un impatto negativo sulla fertilità. Anche la rosolia è una malattia da tenere sotto controllo, perchè se contratta in gravidanza può provocare danni al feto. Se non avete avuto la rosolia e decidete di vaccinarvi, meglio evitare il concepimento per almeno tre mesi. Verificate poi se avete avuto la toxoplasmosi, che può provocare danni importanti al feto, anche a livello cerebrale: se volete concepire un bambino cercate di non entrare in contatto con feci animali, verdure crude non adeguatamente sciacquate, la frutta e i salumi.

Iniziate già prima del concepimento ad assumere dell’acido folico, fondamentale nel metabolismo dei globuli rossi nella futura mamma, previene le malformazioni neurologiche nel feto. Controllate poi il peso e la pressione in quanto essere sovrappeso o sottopeso non è un bene e può provocare delle complicazioni da non sottovalutare, oltre a provocare problemi di infertilità. Non smettete poi di fare attività fisica, in modo moderato ma costante, smettete di fumare, in quanto le fumatrici hanno una fertilità ridotta e impiegano più tempo a concepire. Infine, elemento non meno importante, ricordate che avere un bambino non deve essere uno stress ma un momento di gioia: niente lavori forzati dunque, e niente paure o ansie, potrebbero solo peggiorare la vostra situazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>