Disabilità giovanile: ancora troppi problemi per i bimbi e i ragazzi italiani

di Redazione Commenta

Spread the love

Sono ancora numerosi i problemi per i giovani disabili italiani. Questo, in sintesi, il parere del ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, fatto pervenire in un messaggio a Roma in occasione della presentazione del progetto ‘Disability and social exclusion‘, a capo del quale c’è l’Istituto per lo sviluppo della formazione professionale dei lavoratori (Isfol). “I giovani – per la Meloni – nonostante le numerose iniziative di sensibilizzazione che si sono succedute nel corso di questi ultimi anni, patiscono ancora molti problemi d’inserimento nell’ambito lavorativo“.

Occupazione giovanile e disabilità
Il problema dell’occupazione giovanile – prosegue – va oltre le diverse abilità fisiche e il nostro dovere è quello di cercare di approntare le condizioni ideali per tutti affinchè si possa creare occupazione e sviluppo“.

Le pari opportunità
“Consapevoli delle difficoltà che le persone portatrici di handicap hanno nel vedersi riconosciuta pari dignità e soprattutto pari opportunità, ogni giorno siamo chiamati a partecipare alla realizzazione di una società atta a rispettare tutti i suoi membri, senza discriminazione alcuna. L’inclusione sociale – termina il ministro – si tratti di disabili o immigrati, è una delle grandi sfide della nuova organizzazione sociale che siamo chiamati ad affrontare e vincere“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>