Museo del Balì

di Redazione Commenta

Spread the love

Il Museo del Balì è un Museo della Scienza interattivo con planetario e osservatorio dove bambini e ragazzi, ma anche gli adulti possono iniziare un viaggio alla scoperta del mondo della scienza accompagnati dal personale del museo.
Il motto del Museo del Balì potrebbe essere: “Vietato non Toccare”, questo consente a bambini e ragazzi di interagire direttamente con alcune delle produzioni scientifiche divertendosi e sentendosi molto più a loro agio rispetto ad un museo dove tutto è blindato ed intoccabile.

In una villa settecentesca
Il Museo del Balì si trova nella Marche in località San Martino a Saltara nei pressi di Pesaro-Urbino, in una villa settecentesca, la Villa del Balì, che è la sede ideale per un museo dedicato alla scienza, non solo per l’architettura elegante e spaziosa, per i servizi e le strutture che la completano (osservatorio, ristorante, sala conferenze, foresteria), ma soprattutto per lo spirito e la passione che storicamente hanno caratterizzato il luogo: qui cinque secoli fa la nobile famiglia Negusanti osservava il cielo attraverso quattro torri di osservazione.

Antica tradizione di ricerca
Oggi, nella veste più moderna di un “science centre”, il Museo del Balì rinnova un’antica tradizione di ricerca, nella speranza che il piacere della scoperta possa tornare a risiedere nella Villa e ad entusiasmare i visitatori di tutte le età.
Il Museo del Balì offre a tutti i visitatori, ma specialmente a bambini e ragazzi, grazie ad un approccio interattivo dell’esposizione dei laboratori, una scienza tutta da scoprire in prima persona; per molti l’inizio di un’ avventura da proseguire tutta la vita.

Imparare a formulare ipotesi
Al Museo del Balì i bambini e i ragazzi, ma anche i loro accompagnatori adulti, potranno scoprire, conoscere e capire quella parte della scienza che è più trascurata perché erroneamente considerata più difficile: fisica, matematica, astronomia e astrofisica. E permette di scoprire questa parte della scienza toccando, ascoltando, annusando, guardando e, ovviamente, ragionando.
Ad ogni passo le nostre idee sul mondo vengono sollecitate, e messe in discussione: provare e provare di nuovo, per imparare a formulare ipotesi sempre più attinenti al reale.
Per maggiori informazioni visitate il sito web del Museo del Balì.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>