Il Castello di Gropparello

di Redazione Commenta

Spread the love

Nella selvaggia Val Vezzeno, vicino Piacenza, sorge un complesso ofiolitico di immensa grandiosità, abitato dagli antichi Celti, dove migliaia di anni dopo Carlo Magno consentì al Vescovo Giuliano II di edificare il suo Castrum, oggi denominato Castello di Gropparello.
Un sentiero ripido discende tra le forre del torrente, immerso in una vegetazione spontanea di grandissimo interesse botanico dal microclima particolare dato dal congiungersi della verde roccia “calda” con l’umidità del torrente Vezzeno che vede convivere il lichene islandico con il sedus e le carrube con il pino silvestre.
Il Castello di Gropparello è a Gropparello in provincia di Piacenza qui, accompagnati da una guida naturalistica, i bambini potranno seguire le orme e le tracce del passaggio degli animali selvatici e immersi in una natura dal verde intenso, approfondiranno la conoscenza della nascita della terra e dell’evoluzione delle piante e degli animali in un territorio che è stato interessato dal movimento delle placche terrestri e dal ritiro delle acque del mare, lasciando resti fossili e un panorama tutt’oggi incontaminato capace di risvegliare in ciascuno la grande emozione di equilibrio tra essere umano e natura, favorendo l’educazione ambientale dei bambini con l’introduzione dei primi concetti legati allo “sviluppo sostenibile”.
Le attività didattiche offerte dal Castello di Gropparello sono rivolte alle scuole materne, elementari e medie inferiori e superiori e sono divise in differenti temi: visite guidate, preistoria, storia medievale, natura, musica, fiaba, miti e leggende, educazione del gusto, lingua inglese, attività teatrale, centri estivi e oratori. I bambini e i ragazzi potranno scegliere il percorso che più li interessa a seconda della loro età e del loro programma di studi.
I bambini impareranno divertendosi, entrando direttamente in una atmosfera di favola con dei personaggi in costume che li accompagneranno nel loro percorso didattico. I bambini verranno stimolati a studiare la storia la letteratura, le storie e le usanze di popoli lontani.
In uno dei percorsi di visita didattica all’interno di ogni stanza si racconteranno usi e costumi della vita medievale: dall’organizzazione dei pranzi alle feste a corte con i musici; si racconteranno le storie di dame e cavalieri e si ricorderanno le battaglie a difesa del castello.
La visita didattica per le scuole consente di approfondire la storia medievale attraverso la conoscenza del castello e delle sue funzioni. Dal punto di vista architettonico e difensivo il Castello di Gropparello rappresenta un esempio tipico di rocca militare medievale.
Per maggiori informazioni visitate il sito web del Castello di Gropparello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>