Diversi tipi di pianto nel neonato e nel lattante

di Redazione Commenta

Spread the love

Il bambino, neonato e lattante, esprime col pianto un problema, un disagio. Esistono diversi tipo di pianto, tanti quanti sono i motivi di disagio del bambino neonato e lattante, caratterizzati da diverse modulazioni di frequenza e di intensità di pianto e stress.
Il pianto da fame è caratterizzato da un’esplosione violenta e prepotente. In caso di pianto per fame è importante nutrire prontamente il bambino per evitare che si manifestino in lui angoscia, sensazione di abbandono e punizione e i dolori tipici dati dalla mancanza di cibo.
E’ facile evitare il pianto per fame essendo presenti e vigili e monitorando i tempi scelti dal bambino per alimentarsi. La madre deve essere sempre presente per sfamare il neonato o il lattante e deve farlo comunicandogli serenità, gioia e disponibilità se vuole vedere crescere sano il suo bambino, ma deve anche essere attenta a non trasmettergli ansia con un comportamento eccessivamente apprensivo. Il padre, in questa fase, deve sostenere la madre trasmettendo in lei serenità, amore e attenzioni.

Il ruttino
Se il lattante piange dopo la poppata è possibile che abbia ancora fame perché non ha succhiato a sufficienza o non ha eliminato l’aria ingerita durante la poppata. Il bambino deve essere aiutato ad eliminare l’aria ingerita finché non è capace di mangiare seduto, è l’operazione detta de “il ruttino”.
Il pianto può essere provocato da mal di pancia dovuto ad una cattiva digestione del latte ingerito o delle prime pappe di frutta, o dall’esposizione al freddo dell’addome che resta scoperto durante la fase della digestione provocando dolorose coliche.

La noia
Il neonato o il lattante può anche piangere a causa di eritemi o eruzioni cutanee provocate da varie differenti cause, per esempio il mancato cambio di un pannolino che può lasciarlo sporco e umido. Il bambino può anche piangere per noia quando viene privato delle attenzioni dei genitori per un periodo prolungato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>