Bioetica: al via la creazione di esseri viventi artificiali in Svizzera

di Redazione Commenta

 Nessun ostacolo alla ‘biologia sintetica‘ in Svizzera. I progressi della ricerca, infatti, premetteranno presto di creare organismi viventi artificiali. Per la Commissione federale d’etica per l’ingegneria genetica nel settore non umano (Cenu) gli sviluppi di questo settore andranno osservati con attenzione, ma la proibizione di produrre esseri viventi non si giustifica. Attualmente la biologia sintetica mira essenzialmente a costituire batteri artificiali, ha indicato a Berna la Cenu in una conferenza stampa.

QUALI RISCHI DALLA BIOLOGIA SINTETICA?
Per il momento, data la scarsità della ricerca in quest’ambito, non è possibile stabilire se questi organismi possano essere controllati o se costituiscano un rischio. Per questa ragione la Cenu auspica che gli sviluppi del settore siano controllati. I membri della commissione si sono confrontati sul significato ontologico della vita. Per la maggioranza dei commissari la vita può essere ridotta a processi di esclusiva natura fisico-chimica.
Per una sostanziosa minoranza invece, ogni forma di vita si basa su una “forza vitale”, “una caratteristica fondamentale ignota” che costituisce la peculiarità della vita rispetto a tutto ciò che è inanimato. Tuttavia questa minoranza della Cenu “non ha addotto per ora nessuna motivazione che giustifichi il divieto” della biologia sintetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>