Baby-blues per i neo-papà, l’evoluzione del post-partum

di Redazione Commenta

Spread the love

Care neo-mamme credo che molte di voi non sanno che il Baby-blues, la famosa depressione post-partum, può trasformarsi in Papa-blues. Tutto questo si è scoperto grazie ad uno studio fatto presso l’Ospedale Macedonio Melloni di Milano e hanno stabilito che il 5% dei neo-papà è colpito dalla sindrome.

Le cause non sono certo come quelle della neo-mamma (cause ormonali), bensì sembrerebbe per empatia verso la propria compagna per via delle nuove responsabilità con il conseguente cambiamento radicale delle proprie abitudini e degli orari.

Noi mamma sappiamo che fare il papà oggi non è certo un mestiere facile. Una volta veniva delegato tutto alla neo-mamma, oggi, invece, i papà sono coinvolti a pieno titolo a gestire i loro piccoli marmocchi facendo si che anche loro creino una relazione con quest’ultimi, evitando poi si sentirsi esclusi ed abbandonati.

Attenzione però se il problema dovesse insorgere deve essere subito affrontato per evitare problemi sulla vita di coppia genitoriale: la soluzione migliore sarebbe quella di far diventare anche la figura paterna come figura fondamentale nella vita del neonato.

Questo farà solo del bene al bimbo perchè questa rivoluzione nel ruolo paterno sembrerebbe che farebbero diminuire l’insorgenza di alcuni fenomeni legati allo sviluppo della personalità del bambino come la depressione infantile o il bullismo.

A questo punto non resta che riflettere e dire che entrambe le figure parentali sono fondamentali per la crescita e sviluppo del nostro piccolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>