Con Pergola riparte il progetto Piccole Scuole di Eniscuola

di Paola Valeri Commenta

Tante le novità per la pluriclasse della Basilicata: oltre al coding in inglese al via anche le lezioni in videoconferenza.

Il progetto Piccole Scuole è un progetto ideato da Indire, ente di ricerca del MIUR, per le scuole delle aree interne, site nei centri piccoli e remoti, che ha un obiettivo preciso: promuovere e divulgare esperienze di didattica a distanza, attraverso l’uso della videoconferenza, in scuole isolate geograficamente e a rischio estinzione a causa della diminuzione del numero di alunni.

In Italia le cosiddette ‘piccole scuole’ sono una realtà ad alto impatto sociale dal momento che riguardano circa 3500 comuni montani e 200 scuole presenti nelle isole minori, con quasi un milione di studenti coinvolti.

banco scuola waldorf steiner

A partire da Settembre 2014, con il supporto di Eniscuola, la scuola elementare Benedetto Croce di Pergola, frazione di Marsico Nuovo in provincia di Potenza, è stata inserita nella rete dei centri scolastici digitali evitandone la chiusura e, allo stesso tempo, potenziandola con l’uso di strumenti informatici (lavagna elettronica, pc e tablet).

Il progetto permetterà ai 17 studenti della scuola pluriclasse di continuare a vivere nel proprio territorio di provenienza e consentirà ai bambini di acquisire competenze digitali e di aprirsi al confronto con altre realtà italiane.

Dopo una fase introduttiva all’utilizzo delle tecnologie che ha portato i bimbi, attraverso alcuni laboratori realizzati dai formatori della Fondazione Eni Enrico Mattei, a realizzare un giornalino digitale intitolato ‘L’energia insieme ai bambini’, il progetto Piccole Scuole sta per riprendere in pieno l’attività con tantissime novità.

A ottobre sono ripresi i laboratori settimanali di rafforzamento delle competenze digitali degli alunni, che proseguiranno per tutto l’anno scolastico. I laboratori saranno focalizzati sul coding: verrà insegnato ai bambini a programmare e sviluppare il pensiero computazionale, per insegnare loro a non essere solo utilizzatori ma anche a diventare creatori competenti e consapevoli di tecnologia. I bambini della scuola di Pergola realizzeranno dei cartoni animati digitali sull’energia, attraverso l’uso di un software gratuito (“Scratch”) fondato su un linguaggio di programmazione a blocchi che consente di realizzare contenuti digitali interattivi. I cartoni animati verranno presentati a fine anno alle famiglie. A partire da gennaio gli alunni saranno affiancati da una docente di inglese e impareranno a programmare in doppia lingua, con l’obiettivo di realizzare uno Scratch sull’energia in lingua inglese.

Ma non è finita qui: da novembre a dicembre i docenti della scuola elementare verranno formati da Indire attraverso l’assistenza-coaching online sull’utilizzo della Lavagna Interattiva Multimediale e sull’uso della videoconferenza. Questo permetterà loro di inserirsi pienamente nella rete nazionale delle Piccole Scuole e di avviare relazioni e attività didattiche a distanza con altre scuole.

Il Progetto Piccole Scuole conferma l’impegno di Eniscuola, che da trent’anni porta nelle scuole italiane e internazionali la cultura dell’energia e dell’ambiente con modalità innovative e con linguaggi che intercettano la curiosità e gli interessi di bambini e ragazzi, anche grazie all’utilizzo dei social e alla multimedialità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>