La pedofilia entra nel codice penale

di Martina Commenta

Finalmente la pedofilia entra nel codice penale: il Senato italiano ha infatti approvato all’unanimità, con 262 voti favorevoli, la ratifica della Convenzione per la protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso sessuale, firmata a Lanzarote nel 2007. E’ stata invece respinta con 238 no e 22 sì una proposta avanzata della Lega Nord che voleva la castrazione chimica dei pedofili.

Da parte delle associazioni a difesa dei minori c’è grande soddisfazione per questa decisione; in una nota Save the Children dice

Con l’approvazione definitiva al Senato, al termine di un iter durato 5 anni, l’Italia rafforza il proprio sistema di protezione dei minori contro lo sfruttamento e l’abuso e si adegua agli altri Paesi europei

Sono inoltre previste pene più gravi per reati che vanno dai delitti di maltrattamenti in famiglia a danno di minori ai reati di associazione a delinquere finalizzata alla commissione dei reati a sfondo sessuale a danno di minori. Anche per i reati di prostituzione minorile e di pornografia minorile le pene sono state inasprite.

Valerio Neri, Direttore Generale Save the Children Italia ha detto

Secondo una ricerca di Save the Children tra i giovani che utilizzano internet il 13% invia proprie foto o immagini di sé nudo ad adulti con l’approvazione di oggi, l’Italia potrà finalmente avvalersi di uno strumento fondamentale di protezione e di contrasto dai frequenti casi di abuso e sfruttamento sessuale che avvengono anche attraverso la rete. Siamo soddisfatti della conferma nel testo di alcune posizioni che Save the Children ha da sempre sostenuto, quali ad esempio la previsione della centralità del ruolo delle Procure Distrettuali nel contrasto del fenomeno e l’opportunità per i minori vittime di abusi o sfruttamento di essere assistiti in ogni fase del procedimento giudiziario

Per quanto riguarda l’uso del web da parte dei minori il consiglio per i genitori è quello di tenere sempre sotto controllo le varie pagine visitate anche se mi rendo conto che con i telefonini, usati anche da bambini molto giovani questo può risultare difficile. Penso poi sia importante far capire ai più piccoli l’importanza di parlare e di non restare in silenzio se e quando dovessero subire un maltrattamento o essere vittime di pedofilia.

Cerchiamo di fermare la pedofilia una volta per tutte!

Photo Credits| MegaBu7 su Flickr

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>