Dieta in gravidanza: i grassi polinsaturi riducono le allergie alimentari nei bambini

di Redazione Commenta

Spread the love

E’ ormai noto a tutti che adottare una dieta equilibrata durante la gravidanza è di fondamentale importanza per la salute della futura mamma e per quella del bambino. Durante il periodo di gravidanza, il fabbisogno energetico di una donna aumenta di circa 250-500 calorie al giorno.

Questo non vuol dire però che bisogna abusare di alimenti ricchi di calorie come per esempio patatine fritte, snack o tutto ciò che fa parte del “cibo spazzatura”. Molto importante è assumere alimenti ricchi di proteine come carne, pesce, uova e legumi, carboidrati preferibilmente quelli integrali e alimenti ricchi di vitamine e sali minerali come frutta e verdura. Condurre una dieta sana durante la gestazione consente di evitare o almeno ridurre al minimo la probabilità che il bambino sviluppi patologie nel corso della sua crescita. Uno studio recente afferma che, consumare alimenti contenenti giuste quantità di acidi grassi polinsaturi durante la gravidanza, riduce il rischio di sviluppare allergie alimentari nel tempo.

Gli acidi grassi polinsaturi sembrano essere in grado di modificare l’intestino del neonato rendendolo più permeabile ad alcune sostanze, favorendo così una migliore risposta agli attacchi di batteri o sostanze estranee. Gli n-3PUFA sono contenuti nel pesce, nelle noci, nei pinoli secchi, negli oli ( di girasole, di arachidi, di papavero, di soia) e nei semi (di lino, di grano, di noce) e se inseriti nella dieta materna, contribuiscono positivamente nella produzione di anticorpi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>